lunedì 16 marzo 2015

mi serve sapere cose sulla gonna arricciata!

La verità è che io gli ultimi due post sulle gonne li ho scritti oltre che per riassettarmi un po' le idee, e devo dire di aver capito matematicamente più cose, soprattutto per capire come fare per bene una gonna arricciata. Una gonna elegante e soffice da ricavare da un tessuto costato ben 35 euro, e non è seta grrr!, senza fare il minimo errore e quindi senza dover scucire e piangere sul latte versato.

Ho comprato sabato questo rettangolo di ottimo poliestere, "mica nylon qualunque signora!", che io odio perchè si appiccica, ( e si elettrizza anche questo da 22euro al metro! doppio grrrr!), e l'ho diviso in due, tagliando lungo il drittofilo, ho fatto male?

In seguito all'ultimo post ho capito bene questa storia della trama e dell'ordito e ora mi vengono complessi sartoriali che prima neanche l'ombra...

Non posso assolutissimamente sbagliare con una stoffa così pregiata, non è il solito scampolo l'oro! 
Prima di procedere con la fantasia e mettere la 4° con la macchina da cucire, ho avuto l'assennatezza di riflettere.

Attualmente ho due rettangoli di chiffon di poliestere che ho arricciato in vita con il punto filza a mano. 
Non mi sembra ingrossino tanto sulla vita, che è quello che vorrei evitare avendo già la panzetta premaman.
Ma preferirei scongiurare ad ogni modo questa possibilità e quindi, dopo aver letto un post, ho deciso di dare ai due rettangoli PRIMA una forma SVASATA.

Dovrò poi dividere l'arricciatura in vita in 4/4 , cioè cucire con il punto filza ogni quarto due volte, le due cuciture parallele si dovranno distanziare di 0,3 cm.
La suddivisione in quarti serve a rendere l'arricciatura più omogenea.

I fili vanno tirati contemporaneamente, una volta terminate entrambe le filze, e le arricciature vanno fissate con gli spilli.

Non riesco a trovare nel web tanta teoria per creare un elegante gonna arricciata in chiffon. E anche il manuale di Burda lascia a desiderare.

Vediamo che riuscirò a fare.

In bocca al lupo a me!

donne con altri tipi di gonne

La gonna dritta o a tubo è stata analizzata e schematizzata tempo fa.

Si parte da questa per fare la gonna svasata o a trapezio. Una gonna  che può essere seria e squadrata o morbida e frou frou, un po' più vecchietta o un po' più giovane. Dipende dal tessuto e dalla svasatura.
Svasare significa "aprire a forma di cono", quindi allargare il fondo della gonna a partire dai fianchi. Quando la svasatura supera i 6 cm rispetto alla gonna dritta e quando scompaiono le riprese dal cartamodello allora stiamo cucendo una gonna a godet, che è una quasi gonna a mezza ruota e che è meglio realizzare in tessuti morbidi e scivolosi e che andrebbe ritagliata su tessuto con drittofilo in sbieco (cioè a 45°).

GONNA SVASATA
Il fronte e il retro differiscono nelle pinces, come per la gonna dritta, quelle frontali sono lunghe 14cm  e larghe 3cm mentre quelle posteriori sono lunghe 10cm e larghe 2cm. Differiscono poi per la circonferenza del bacino: se per la parte frontale alla circonferenza viene tolto 1cm, per la parte posteriore viene aggiunto 1cm!
La gonna svasata si ricava in pratica dal cartamodello su misura che avete già realizzato per la vostra gonna dritta, identico e spiccicato, e a questo basta aggiungere la svasatura di 3 o 6cm!
Si può scegliere se mantenere o meno lo spacco dietro!

GONNA A GODET, è quella che ho realizzato io per un matrimonio in vista, supponendo fosse solo una gonna molto molto svasata e senza riprese, che è meglio visto che la mia pancia cresce (sono alla fine del 5° mese :) ). La mia gonna, poi, è a vita alta-alta, parte cioè dal sottoseno e va giù larga e spedita che viene fuori un effetto carino, ed è in seta.
Io non sapevo della necessità di tagliare la stoffa piegata in sbieco (a triangolo), non c'era scritto sugli appunti materni grrrr!, e non so cosa potrà succedere alla gonna mentre la indosserò, sigh!
*La gonna a godet NON è la gonna  a mezza ruota, ma ci assomiglia!



Non ho capito bene il taglio in sbieco del tessuto. Mi faccio uno schemino:

L'ordito corrisponde al drittofilo che ha un'altezza variabile, corrisponde cioè alla  lunghezza desiderata della stoffa. La trama corrisponde al contrario, perpendicolare al drittofilo, con un'altezza fissa che dipende dal telaio da 70 cm o da 150cm, e che è dove taglia la stoffa il commerciante.

Dovessi quindi piegare il tessuto a triangolo, cioè sullo sbieco, avrei:



Giusto?


P.S. Per saperne di più su come indossare le gonne in base alle proprie forme e rotondità, leggete qui.

domenica 15 marzo 2015

donne con le gonne

Sono un'apprendista sarta birichina e dimentichina: da quanto tempo rimando la scrittura di un nuovo post?
:(
E' che ho sempre qualcosa di più urgente da fare. Sto allestendo il mio negozio Etsy, devo essere più produttiva che mai in questi primi mesi del 2015, perché a fine luglio arriverà un bimbino/a qui in casa e non avrò molto tempo né pace mentale per potermi dedicare tanto all'arte grafica quanto a quella sartoriale! :)

Sarte alla lettura, se state pianificando il vostro matrimonio o cooperate nell'organizzazione di quello di un'amica o di un parente, se tra pochi mesi ci sarà il battesimo del vostro primo/secondo/terzo/quartogenito, se avete bisogno di bigliettini da visita, cover image per la pagina facebook del vostro negozio, il logo per la vostra neonata sartoria, SCRIVETEMI a graficious@gmail.com oppure info@graficious.it.

Comunque, self-promotion a parte, nelle ultime due settimane ho cucito un bel po', e mi piacerebbe dettagliare meglio con foto e parole la mia attività con ago e filo ma ci vorrebbe troppo tempo, e visto che ho il negozio Etsy da riempire di carinerie cartacee,rinuncio ogni volta a fare tutorial a riguardo.

Cosa ho fatto recentemente?

Diviso un cuscinone di due metri in due cuscini da un metro e quindi diviso la foderona di due metri in foderine da uno.

Passato a macchina il famoso cappottino rosso, a cui ho deciso di togliere la fodera imbottita, ma che devo ancora finire di foderare con tessuto da definirsi...sigh.

Utilizzato lo stesso cartamodello (solo la parte superiore) del cappottino di cui sopra per farmi un piumino di mezza stagione con maniche a 3/4. E' quasi finito, ho fatto diversi errori mah insomma potrei indossarlo!
Posterò delle foto.

Sistemato il mio angolo delle stoffe che si era incasinato troppo. aaaaaa!

Cucito una gonna a pieghe blu. Metterò foto.

Cucito una gonna a ruota nera a piccoli pois verdi. Foto anche per questa.

Cucito una gonna svasata in seta grigio talpa che poi ho unito a un corpetto in seta avorio, fatto su misura da me (ebbene si!) circa sei mesi fa. E' diventato un bel vestito-sottoveste morbido e liscio a cui abbinare una gonna in chiffon di un colore strano che ho imbastito ieri. Insomma foto anche di questo capo perché è per un matrimonio! :)

Ed è per questo, per questi ultimi capi realizzati, che il post di oggi si occupa delle gonne delle donne!

GONNA A RUOTA,  facile e mooolto di moda questa primavera, soprattutto a vita alta.
Ispirata alla gonna messicana e proprio esportata dalle dive del cinema americano al ritorno dalle proprie vacanze, si è contrapposta alla vigente "gonna a matita", non solo nel modello ma proprio nel mood, nei colori e nelle texture. Leggetene di più qui.
Il cm in più che viene aggiunto al punto B serve a seguire meglio la conformazione del corpo femminile, il livello della vita anteriore è infatti più lungo di un centimetro rispetto a quello della vita posteriore.



GONNA A MEZZA RUOTA, che si sgonfia un po' rispetto alla sorella maggiore, è meno svasata.
La differenza tra le due sta infatti nella quantità di tessuto utilizzata: la mezza ruota occupa una superficie pari alla metà del cerchio, mentre la ruota intera utilizza uno spazio pari al cerchio intero.
Mentre nella gonna a mezza ruota ci ricaviamo il diametro del cerchio che è la vita (circonferenza : 3,14, arrotondando a 3), nella gonna a ruota ricaviamo il raggio (circonferenza : 6,28, arrotondando a 6). Aprendo la stoffa ripiegata della mezza ruota viene fuori una mezza ciambella, aprendo quella della ruota intera viene fuori una ciambella intera....gnam gnam!